Lo schema di intervento e la procedura ideale per ciascun singolo caso vengono pianificati al momento della prima visita con lo specialista, che propone anche un preventivo. È questa la sede ideale per porre ogni genere di domanda al chirurgo e allo staff medico, in modo da valutare con attenzione l’intervento e le sue implicazioni.

Una volta stabilita l’idoneità ad uno dei percorsi di vaginoplastica (anche con il supporto eventuale di esami del sangue ed elettrocardiogramma), la paziente dovrà evitare di assumere farmaci che favoriscano il sanguinamento (nel caso di bisogno, consultare prima il chirurgo) ed evitare alcolici e sigarette.

Il giorno dell’intervento di vaginoplastica

La data stabilita per l’intervento viene confermata telefonicamente alcuni giorni prima dallo staff organizzativo che provvede anche a fornire le indicazioni su come presentarsi al meglio. Per la minima invasività degli interventi di vaginoplastica, è sufficiente presentarsi con un accompagnatore di fiducia vestite con abbigliamento comodo e pratico senza smalto e trucco. La dimissione avviene in serata, dopo poche ore dall’intervento, in sicurezza.